Home Page
Materiale homebrewing
Concorsi
Ricette
Eventi
News
Sondaggi
Archivio
Come partecipare
Contattaci
Download MegaFaq
Versione solo testo in un unico file (228kb)
Versione 2.1 in PDF (1.524kb)
Versione 2.1 in PDF, versione "leggera", stesso testo, grafica semplice (251kb)
Download MiniFaq
Versione solo testo in un unico file (22kb)
IHB MegaFaq
Introduzione
Attrezzatura e preparazione
Grani ed altri ingredienti fermentabili
Filtraggio
Formule
Lievito-uso
Lievito-tipologie
Priming, la carbonazione naturale
Il luppolo, l'amaro e le IBU
Autocostruzione ed altro
Coltivazione del luppolo
Dizionario
Libri
Ricette (Estratto)
Ricette (All-Grain)
Software

BANNER:
Ricerca
Chiave di ricerca
Ricerca
Autenticazione
Login
Password
Accedi
Se non sei registrato clicca qui.
SONDAGGIO:
Nessun sondaggio attivo
Per votare il sondaggio occorre essere registrati a HobbyBirra
Per accedere alla chat occorre essere registrati a HobbyBirra
<< torna alla pagina precedente
La birra da estratto non luppolato

ATTREZZATURA

Oltre a quelli per la fermentazione e l'imbottigliamento che servono per i kit luppolati, serviranno una pentola di grosse dimensioni, ed un qualche sistema di filtraggio per filtrare il malto macinato ed il luppolo dopo l'ebollizione del mosto (vedi poi).

Questo sistema puo' essere anche costituito da sacchetti di tela a trama grossa entro cui mettere i grani ed il luppolo invece che lasciarli liberi nella pentola (Grain Bag e Hop Bag). Se non si usano questi sacchetti il filtro sarà costituito da un grosso colino.

La pentola dovrebbe avere la capacita' uguale alla quantita' di birra che si vuole produrre, ma se si usa il sistema ad alta densita', potra' essere pari al 40%circa del volume totale. In questo caso il mosto bollito verra' poi diluito al momento di riempire il fermentatore.

Utile ma non indispensabile un termometro 0-100°C. Ottimi quelli usati per usi fotografici

INGREDIENTI

L'estratto di malto puo' essere in polvere o in sciroppo. Se ne trovano di specifici per fare birra, ma si possono anche usare estratti di malto per panettiere, che hanno un costo inferiore.

E' poi necessario avere il luppolo. Lo si trova nei negozi specializzati sia in forma di fiori, che in forma di "pellets", cioe' delle pastigliette di luppolo macinato. Benche' lo si trovi anche in erboristeria, non e' consigliabile, perche' non se ne potrebbe stabilire il potere amaricante, che e' specifico per ogni tipo e quindi il dosaggio.

A seconda del tipo di birra che si vorra' fare, occorreranno poi piccole quantita' di malto in grani. Questi serviranno a ottenere birre piu' o meno scure, corpose, etc.

Il lievito infine dovra' essere comprato separatamente, secco o liquido. Oggi per l'hobbista esistono decine e decine di lieviti selezionati.

PREPARAZIONE

In breve, si scalda una certa quantita' di acqua (cira meta' pentola) a circa 70° C e vi si mettono in infusione per mezz'ora i grani preventivamente "rotti". Questi devono essere proprio rotti grossolmanamente, e non macinati.

Se si e' usato il Grain Bag (ed e' consigliabile) si estrae il sacchetto strizzandolo bene e si aggiunge l'estratto. Si porta ad ebollizione. Una volta raggiuntala, si aggiunge il luppolo per l'amaricazione e si continua a bollire per 45 minuti.

A questo punto si aggiunge una ulteriore piccola quantita' di luppolo che bollira' per non piu' di 10/15 minuti. Bollendo per poco tempo,quest'ultimo contribuira' poco all'amaricazione totale ma l'aroma che cedera' al mosto non evaporera' per effetto della lunga bollitura. Il luppolo va poi tolto, o mediante filtro, oppure avendo usato un Hop Bag.

Si raffredda il mosto il piu' velocemente possibile, sia per evitare il rischio di infezioni che per favorire la separazione di sostanze, dette proteine coagulate, che e' bene non trasferire nel fermentatore. Si formera' un "fondo" di sedimento che potra' essere fitrato attraverso il luppolo ed il filtro se non si e' usato l'"Hop Bag", in caso contrario si dovra' lasciare nella pentola le ultime due dita di birra.

Per raffreddare, si possono usare attrezzature apposite (tubo in rame in cui far scorrere acqua fredda) o immergere il pentolone in acqua fredda in una vasca. A questo punto si diluisce con acqua fino alla quantita' programmata (e anche questo puo' essere un sistema per raffreddare il mosto). Quindi si fa fermentare come nel caso precedente.
Copyright 2006 HobbyBirra - All Right Reserved
Realizzato da: Billy, Zurgo e Spaghetto